Casa, i primi passi...

Cercare casa sapendo quali esigenze soddisfare è la condizione che permette di trovare la soluzione immobiliare più adatta nel minor tempo possibile, con il minor dispendio di energie e conseguente risparmio di costi.
Su che disponibilità finanziaria posso contare?
Sono sufficienti le disponibilità finanziarie di cui sono in possesso oppure farò ricorso ad un mutuo? Se opto per il mutuo, quale parte del mio reddito posso destinare alla rata? In quale paese (città) cerco casa?
E in quale zona/quartiere?
Deve essere un appartamento oppure una casa indipendente?
E’ importante che la casa sia vicina al posto di lavoro o al centro della città?
Quali sono le caratteristiche irrinunciabili della casa che cerco?
Quali bisogni ha la mia famiglia?
Meglio una casa nuova o ristrutturata di dimensioni limitate oppure una casa ampia ma da ristrutturare?
Il posto auto è fondamentale oppure no?
Ho preferenze particolari circa: la vetustà della casa;
il piano in cui intendo abitare;
l’esposizione della casa;
la presenza di balconi o terrazzi;
la presenza dell’ascensore;
la superficie della casa;
l’entità delle spese condominiali;
l’esistenza di negozi nelle vicinanze;
la comodità dei mezzi di trasporto pubblico;
la presenza di aree verdi.
Questo è solo un esempio degli interrogativi che se cerco casa devo pormi. Rispondere a questi interrogativi permetterà di risparmiare tempo evitando di visitare immobili non adatti o fuori budget e di trovare la casa che soddisfi le proprie esigenze.

Cambiare casa comporta il disbrigo di alcune pratiche relative a certificazioni anagrafiche e fiscali, l’esecuzione di volture e l’attivazione di nuovi contratti per la fornitura delle utenze domestiche. Ciascuna operazione va fatta con grande tempestività, seguendo specifiche procedure.

In seguito alla stipula del rogito è necessario effettuare alcune operazioni burocratiche prima di abitare la nuova casa.

CAMBIO DI RESIDENZA

La principale operazione è comunicare all’Ufficio Anagrafe del Comune presso cui si va ad abitare il cambio di residenza. La variazione va effettuata entro 20 gg. dal trasferimento.

VOLTURE E CONTRATTI DI SERVIZIO PER LE FORNITURE DI LUCE, GAS, ACQUA E TELEFONO FISSO

Contattare le società erogatrici per ottenere informazioni sui nuovi allacciamenti. Infatti se l’immobile compravenduto è sprovvisto di utenze di servizio si dovrà procedere con la richiesta (domanda di allacciamento) ai vari fornitori.

Diversamente se l’abitazione, in capo ai vecchi proprietari, disponeva già di utenze attive , occorrerà solamente presentare la richiesta di voltura ai rispettivi fornitori di servizi.

AGGIORNARE L’INDIRIZZO POSTALE

Recarsi in posta con la fotocopia della carta d’identità di ciascun membro della famiglia e comunicare il nuovo indirizzo.

IMU

L’IMU (Imposta Municipale Unica), entrata in vigore1° gennaio 2012 sostituisce ICI,  IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati. La legge di Stabilità 2014 ha abolito l’IMU sulla prima casa, unica eccezione l’immobile indicato di lusso – appartenente alle categorie catastali A/1 A/9 A/8. Dal 2016 l’assimilazione all’abitazione principale è estesa anche alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari anche se non hanno la residenza anagrafica.

Resta in vigore sulla seconda casa. I Comuni, inoltre, possono, con delibera da parte del Consiglio Comunale variare l’aliquota base.

TASSA RIFIUTI – TARI

Istituita con la legge di stabilità 2014 TARI sostituisce la vecchia TARES. Il pagamento è dovuto da qualsiasi soggetto che possiede o detenga a qualsiasi titolo locali od aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti.

TASI – TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI

Introdotta dalla legge di stabilità 2014, il pagamento spetta a tutti coloro che possiedono o detengono a qualsiasi titolo fabbricati ed aree edificabili, ad esclusione dell’abitazione principale considerata non di lusso. La legge di stabilità 2016 ha eliminato la quota TASI a carico degli inquilini nel caso in cui l’immobile in locazione sia da essi utilizzato come abitazione principale, ad esclusione degli immobili di lusso.

ASL – MEDICO DI FAMIGLIA

Ci si rivolge all’Asl locale per cambiare il medico di base.

IN CONDOMINIO

E’ opportuno comunicare l’ingresso in un condominio all’amministratore condominiale.

TELEFONO FISSO

L’attivazione o il cambio del servizio con un gestore è un’attività semplice e immediata. Il collegamento di una nuova linea può invece richiedere parecchi giorni.

Conoscere la ristrutturazione nei suoi aspetti normativi, tecnici ed economici può rivelarsi molto importante in varie occasioni: sia quando si acquista, per aver modo di considerare con precisione tutte le voci di costo, sia per mantenere sempre la propria casa in perfetto stato, usufruendo anche delle agevolazioni fiscali previste dalla legge. Quando si parla di ristrutturazione di una casa ci si riferisce a opere piuttosto significative, che necessitano dell’intervento di un tecnico e di personale qualificato. È sempre consigliabile contattare un professionista quando si decide di procedere con il lavoro e con l’investimento economico. Accompagnare un tecnico specializzato a fare un sopralluogo è utile per rendersi conto dell’entità del problema da risolvere e del costo che si dovrà approssimativamente sostenere: due elementi indispensabili per arrivare a una decisione ponderata. Le parti di una casa che generalmente richiedono lavori di ristrutturazione significativi sono le pareti, i pavimenti, i bagni, gli impianti e gli infissi. Ognuna di esse presenta problemi specifici e ricorrenti.

OTTENERE UN MUTUO RISTRUTTURAZIONE

Data la rilevanza delle spese necessarie per effettuare una ristrutturazione adeguata, è possibile valutare la possibilità di richiedere un mutuo per ristrutturazione o un prestito, usufruendo delle possibili detrazioni fiscali.